fbpx

Come ragiona il valutatore di progetti europei

1,619FansMi piace
65FollowerSegui

In questo articolo presenteremo alcuni consigli per accrescere le chance di successo dei progetti europei in fase di valutazione. Realizzare progetti europei è una prospettiva allettante ma al tempo stesso un’impresa complessa.

Il valore dell’opportunità offerta e l’elevato livello di competizione che contraddistinguono il processo di selezione delle candidature, rendono indispensabile adottare un approccio analitico e strategico alla progettazione, evitando di precipitarsi nella compilazione del formulario in maniera improvvisata.

Sin dalla fase di pianificazione dell’idea e di stesura della proposta, è bene adottare una metodologia di lavoro che sia in linea con gli schemi logici che guidano l’attività di analisi del valutatore di progetti europei, di colui, cioè, che sarà chiamato a giudicare la qualità e l’idoneità del progetto ad essere finanziato.

 

Cosa bisogna fare per soddisfare le aspettative del valutatore di progetti europei rispetto ad una proposta progettuale ben elaborata?

 

  • Innanzitutto, dobbiamo rispettare la logica posta alla base della struttura del formulario

Il valutatore europeo dovrà giudicare se il progetto sia in grado di rispondere efficacemente alle esigenze del bando, per questo dovrà avere un quadro chiaro di tutti gli elementi che il formulario ci chiede di descrivere.

Lo schema progettuale dovrà essere strutturato secondo le categorie del Quadro Logico (QL) ed assicurare un rapporto di piena coerenza tra obiettivi e risultati oggettivamente misurabili, attività previste per il loro raggiungimento, tempi e risorse allocate per la loro efficiente implementazione.

Una presentazione analitica e schematica dei contenuti potrà agevolare il valutatore nella comprensione di tali elementi, nel rispetto della struttura del formulario.

 

  • Per comprendersi, bisogna parlare la stessa lingua!

Quando esamina una proposta progettuale, il valutatore di progetti europei si aspetta di trovare ripetuti nel testo una serie di termini-chiave che appartengono al linguaggio proprio della progettazione: objectives, activities, tasks, target group, outcome, output, deliverables, milestones, mitigation strategy, european added value etc.

Comprendiamone il corretto significato ed evitiamo di utilizzare sinonimi ed espressioni differenti da quelle che il valutatore vuole leggere. In questo modo, lo aiuteremo ad individuare in maniera rapida tutte le informazioni di cui necessità per condurre la sua analisi.

 

  • Descriviamo chiaramente come saranno realizzate le attività di progetto per il raggiungimento di obiettivi e risultati attesi

Il valutatore di progetti europei si aspetta di conoscere non solo quali attività verranno realizzate ma anche in che modo esse saranno sviluppate. Nella descrizione della metodologia, non diamo nulla per scontato. Il valutatore è una figura esperta, ma con competenze trasversali.

Evitiamo di utilizzare tecnicismi difficilmente comprensibili o acronimi privi delle opportune spiegazioni.

 

  • Non dimentichiamoci di prevedere quelle attività definite “immancabili”

Assicuriamoci di prevedere un piano di comunicazione e disseminazione dei risultati di progetto ben strutturato, e attività di gestione, coordinamento, monitoraggio e valutazione.

 

  • Griglie di valutazione alla mano!

I criteri di valutazione sono esplicitati in modo dettagliato sul bando, nel quale sono riportate le schede di valutazione del progetto e sono indicate le singole voci che saranno valutate e i criteri con cui saranno attribuiti i punteggi.

Prima della submission, verifichiamo di aver soddisfatto tutti i criteri di valutazione nella maniera più esaustiva possibile.

Questi sono solo alcuni dei consigli su come adottare un approccio strategico alla progettazione.

Comprendere come ragiona il valutatore di progetti europei ci permetterà di orientarci in fase di stesura della proposta affinché la struttura del progetto sia chiara, immediatamente comprensibile e soprattutto efficace ai fini dell’attribuzione di un buon punteggio.

 

Leggi anche:

Quanto è stato utile questo contenuto?

/ 5.

La redazione di Prodos Academy
La redazione di Prodos Academyhttps://www.prodosacademy.com/
Prodos Academy è la piattaforma didattica per la formazione e l’aggiornamento nel settore dell’europrogettazione. Nata nel 2016 dalla sinergia tra Prodos Consulting e Obiettivo Europa, è il frutto del lavoro di professionisti con esperienza pluridecennale in finanziamenti europei e formazione, pronti a condividere con te passione e competenza.

Naviga tra le categorie

Hai bisogno di assistenza per scrivere un progetto?

Contatta gli esperti di Prodos Consulting.

Tecniche di progettazione, news, promozioni, eventi. Tutto nella nostra newsletter mensile.
Iscriviti
close-image