Lead Partner: come si diventa capofila di un progetto?

Il  lead partner o capofila del progetto svolge un ruolo chiave nel processo di costruzione della partnership e guida il processo di formulazione degli obiettivi, del piano di progetto e della struttura delle attività. Inoltre, il ruolo di guida di un progetto richiede anche abilità interpersonali per coordinare i partner di progetto e assicurare e mantenere la loro collaborazione.

Abbiamo già parlato in un precedente articolo dell’importanza del network per potere costruire una solida partnership e di quanto sia fondamentale seguire il principio del lead partner per coordinare e gestire le attività all’interno di un progetto.

Il partner principale è spesso la parte che ha avviato l’idea progettuale. Assumere il ruolo di capofila richiede un certo livello di risorse, conoscenze, capacità amministrativa e finanziaria.

 

Capofila progetto europeo: le diverse possibilità

  1. Il partner iniziale è già dotato di tutti i requisiti necessari per poter assumere il “comando”.
  2. Un’organizzazione partner ritiene di poter esser in grado di portare avanti le relative responsabilità.
  3. Si sceglie di subappaltare a chi ha già esperienza di gestione progettuale per lasciare i partner liberi di focalizzarsi sui contenuti.

 

I vantaggi di essere capofila:

  • controllo del contenuto, gestione finanziaria e consegna dei risultati;
  • contatti a livello regionale, nazionale e UE;
  • creare contatti e reti per potenziali future collaborazioni.

 

Quali requisiti si devono possedere per diventare lead partner?

 

Skills/Esperienza

  • forte coinvolgimento nella generazione di idee progettuali;
  • buona capacità di networking nel campo specifico;
  • know-how relativo al finanziamento di progetti nazionali e internazionali e ai regolamenti dell’UE;
  • esperienza sulla tematica prevista dal progetto.

Coordinamento

  • capacità di portare avanti la linea strategica, gli obiettivi e il piano di lavoro;
  • capacità di negoziazione per definire ruoli e responsabilità all’interno del team di progetto;
  • flessibilità nell’affrontare situazioni impreviste durante il processo senza perdere di vista l’obiettivo principale del progetto.

Comunicazione

  • buona comprensione della materia e capacità di verificare la qualità degli input dei partner del progetto;
  • punto di riferimento per tutti i partner di progetto, parti interessate esterne e autorità;
  • capacità di problem solving in caso di conflitti tra i partner;
  • disponibilità e flessibilità se i partner di progetto necessitano di assistenza;
  • capacità di gestione di eventuali gap culturali e linguistici o altre questioni correlate.

Gestione finanziaria

  • know-how di progetto per domande relative a reporting, archiviazione, auditing e idoneità;
  • pianificazione e monitoraggio delle scadenze.

 

Leggi anche:

Quanto è stato utile questo contenuto?

0 / 5. 0

La redazione di Prodos Academyhttps://www.prodosacademy.com/
Prodos Academy è la piattaforma didattica per la formazione e l’aggiornamento nel settore dell’europrogettazione. Nata nel 2016 dalla sinergia tra Prodos Consulting e Obiettivo Europa, è il frutto del lavoro di professionisti con esperienza pluridecennale in finanziamenti europei e formazione, pronti a condividere con te passione e competenza.

I nostri eBook gratuiti

I nostri corsi di formazione online
FORMAZIONE