fbpx

Erasmus 2021-2027: aumentano i fondi per istruzione e formazione

1,771FansMi piace
76FollowerSegui

Il 28 marzo 2019 il Parlamento europeo ha approvato il nuovo programma Erasmus 2021-2027. La proposta attuale dei deputati è quella di triplicare i finanziamenti, ma in ogni caso il testo finale dovrà essere negoziato e concordato con il Consiglio dell’Unione Europea nella prossima legislatura.

Già a maggio dell’anno scorso la Commissione aveva avanzato la proposta di aumentare il budget del programma a 30 miliardi di euro, di cui 25,9 per l’Istruzione e la formazione, 3,1 per i giovani e 550 milioni di euro per lo Sport. 

Budget e rendicontazione dei progetti europei (1)

L’incremento dei finanziamenti per il periodo 2021-2027 si tradurrebbe in maggiori opportunità di mobilità per più persone, dagli alunni delle scuole ai discenti adulti.

Il programma Erasmus, nei suoi 30 anni, ha già consentito a circa 9 milioni di giovani europei di studiare e formarsi all’estero, ampliando la propria consapevolezza dell’Europa e le proprie possibilità professionali.

La portata geografica del programma include attualmente 33 Paesi (tutti i 28 Stati membri dell’UE e la Turchia, la Macedonia, la Norvegia, l’Islanda e il Liechtenstein), oltre a collaborazioni con Paesi partner in tutto il mondo.

Inoltre, la Commissione intende rendere Erasmus 2021-2027 ancora più efficace nel sostenere obiettivi politici chiave, come la costruzione entro il 2025 di uno Spazio europeo dell’istruzione che permetterà di conferire più potere ai giovani e promuovere un’identità europea attraverso le politiche della gioventù, dell’istruzione e della cultura.

 

Gli obiettivi di Erasmus 2021-2027

Tra gli obiettivi della proposta del prossimo programma ci sono:

  • aumentare il numero di beneficiari a 12 milioni. Tra questi sono inclusi studenti, tirocinanti, insegnanti, formatori, animatori, allenatori sportivi e studenti in materia di istruzione e formazione professionale e personale di apprendimento per adulti;
  • raggiungere persone di ogni estrazione sociale: verrà consentito a persone con disabilità o provenienti da contesti socialmente disagiati, ma anche ad organizzazioni più piccole, di accedere più facilmente ai finanziamenti;
  • costruire relazioni più forti con il resto del mondo: aumenteranno la mobilità e la cooperazione con Paesi terzi, attraverso una combinazione di mobilità fisica e virtuale;
  • promuovere ambiti di studio che guardino al futuro: verrà data più attenzione a progetti incentrati sullo studio delle energie rinnovabili, dei cambiamenti climatici, dell’ambiente, dell’ingegneria, dell’intelligenza artificiale e del design;
  • promuovere un’identità europea con un’esperienza di viaggio: si darà la possibilità ai giovani di scoprire il patrimonio culturale e la diversità dell’Europa attraverso la nuova iniziativa DiscoverEU.

Oltre a proporre un aumento di budget, la Commissione, all’interno della sua proposta, mira a snellire l’accesso al finanziamenti. Infatti, la valutazione dei progetti si baserà sulla valutazione intermedia e sulle consultazioni con le Agenzie nazionali e le altre parti interessate, così da rendere il programma più forte, esteso e inclusivo.

La struttura per il settennio 2021-2027

Per quanto riguarda la struttura del nuovo Erasmus 2021-2027, la proposta della Commissione sembra voler riconfermare l’impianto costituito da tre Azioni Chiave per tutti i settori di educazione formale, non formale e sport.

In particolare, per quanto riguarda il settore Gioventù, il programma sostiene la mobilità ai fini dell’apprendimento attraverso l’Azione Chiave 1:

  • mobilità dei giovani
  • attività di partecipazione
  • attività di DiscoverEU
  • mobilità degli animatori giovanili

Sostiene la cooperazione attraverso l’Azione Chiave 2:

  • partenariati per la cooperazione e gli scambi di buone prassi
  • partenariati per l’innovazione
  • piattaforme online e strumenti per la cooperazione virtuale

Sostiene il sostegno allo sviluppo delle politiche e alla cooperazione attraverso l’Azione Chiave 3:

  • preparazione e attuazione dell’agenda politica dell’UE in materia di gioventù;
  • strumenti e misure che promuovono qualità, trasparenza e riconoscimento delle competenze e delle abilità, in particolare tramite Youthpass;
  • dialogo politico e cooperazione con gli stakeholder chiave, comprese le ONG e le organizzazioni internazionali nel settore della gioventù;
  • dialogo con i giovani e sostegno al Forum europeo della gioventù;
  • misure che contribuiscono all’attuazione qualitativa e inclusiva del programma;
  • cooperazione con altri strumenti dell’Unione e sostegno ad altre politiche dell’Unione;
  • attività di diffusione e sensibilizzazione sul Programma e su priorità e risultati delle politiche europee.

In aggiunta, il programma continuerà a mantenere i centri di eccellenza professionale (Attività Jean Monnet) e le piattaforme transnazionali in grado di fornire una formazione professionale di qualità, che consenta alle persone di sviluppare competenze utili in determinati settori.

Cofinanziamento con altri programmi dell’Unione

Come se non bastasse, il nuovo programma sarà complementare e coerente con gli altri strumenti dell’UE come i Fondi strutturali e d’investimento europei, il Fondo sociale europeo Plus, il Fondo europeo di sviluppo regionale, Europa Creativa e il Corpo europeo di solidarietà.

La sinergia con gli altri programmi dell’Unione consentirà a molte iniziative di qualità, che attualmente non possono essere finanziate con Erasmus+, di beneficiare di finanziamenti combinati per integrare l’adeguamento delle borse di studio, dei trasporti e del costo della vita per gli studenti svantaggiati o per finanziare nuovi progetti.

Con i nuovi finanziamenti destinati ad Erasmus 2021-2027, gli organi dell’UE si augurano che i partecipanti possano acquisire le competenze necessarie per essere pronti alle sfide del XXI secolo in settori fondamentali come la digitalizzazione e il clima.

Sembra dunque che anche per il settennio 2021-2027 a Bruxelles siano tutti concordi sul fatto che si debba investire sempre di più sui giovani e sulla loro formazione didattica e professionale: in una parola, sulle persone.

Per approfondimenti:

Rimani aggiornato: iscriviti gratuitamente al nostro servizio informativo

Quanto è stato utile questo contenuto?

0 / 5. 0

La redazione di Prodos Academy
La redazione di Prodos Academyhttps://www.prodosacademy.com/
Prodos Academy è la piattaforma didattica per la formazione e l’aggiornamento nel settore dell’europrogettazione. Nata nel 2016 dalla sinergia tra Prodos Consulting e Obiettivo Europa, è il frutto del lavoro di professionisti con esperienza pluridecennale in finanziamenti europei e formazione, pronti a condividere con te passione e competenza.

Hai bisogno di assistenza per scrivere un progetto?

Contatta gli esperti di Prodos Consulting.

🎯 Consigli pratici di Europrogettazione!

Scarica la mini - guida di Prodos Academy, l'unica piattaforma in Italia sui fondi europei per la formazione e l’aggiornamento.
 

  • Dove trovare i bandi europei più adatti al tuo progetto
  • Come leggere un bando europeo
  • La lingua dell'europrogettazione
  • Come scrivere un progetto europeo
  • La disseminazione dei risultati
  • La compilazione del budget
  • Come ragiona il valutatore di progetti europei
     
✅ SCARICA GRATIS ORA!
close-link
🚀 Inizia ora la tua formazione!
Video lezioni - Materiale scaricabile - Tutoring via chat - Attestato di frequenza
➡ Vai al catalogo
close-image
🚀 Inizia ora la tua formazione!
➡ VAI AL CATALOGO
close-image
Tecniche di progettazione, news, consigli di docenti esperti, inviti ad eventi esclusivi.
ISCRIVITI
close-image

🇪🇺 Non perderti il meglio

Iscriviti gratuitamente! Aggiornamenti, news e risorse.
ISCRIVITI
close-link